Voce media La Voce del Popolo Radio Voce Voce Media Store Voce Media Pubblicita Voce Sas Voce Media Tv
La radio che vuoi tu Intrattenimento Informazione Chiesa Sport Streaming Podcast

Fotografia


Partner
Meteo Passione

Intrattenimento |  29 March 2019
La musica di velluto. Un libro e un concerto dedicati al grande compositore salodiano Ferdinando Bertoni
Intervista a don Ardiccio Dagani autore della biografia
di -Betty Cattaneo

Venezia e Vienna rappresentano due centri internazionali d'eccellenza per la cultura musicale del XVIII secolo. Un contributo a questo ricco mondo musicale è giunto anche dal territorio bresciano (in particolare dal Lago di Garda), come testimonia Ferdinando Bertoni, all'epoca apprezzato compositore e didatta, benché in seguito dimenticato. Sorte comune a molti altri compositori italiani ed europei dell'epoca.

Ora il libro di don Ardiccio Dagani “La musica di velluto. Ferdinando Bertoni, protagonista della vita musicale del ‘700 veneziano ed europeo” ci aiuta a riscoprire questo autore bresciano quasi contemporaneo di Mozart.

Nativo di Salò Bertoni visse fra il 1725 e il 1813. Compositore e didatta molto apprezzato del suo tempo fu, primo organista della Chiesa di San Marco e insegnante di musica all’Ospedale dei mendicanti. Nel 1771 incontrò il giovane Mozart che rientrava dal suo primo viaggio in Italia . Compose opere e oratori sacri . Del 1776 il celebre Orfeo gli procurò ammirazione e notorietà a livello europeo (in particolare di Haydn). Con la caduta della Repubblica di Venezia e il decadimento della brillante vita musicale della città Bertoni si ritirò a Desenzano dove morì a 88 anni.


A Ferdinando Bertoni sarà dedicato il concerto di domenica 31 marzo alle 17.30 nella chiesa di San Cristo “La musica di velluto. Viaggio nel XVIII secolo tra la tradizione musicale veneziana e il grande classicismo viennese”. L'ingresso è libero.
L’orchestra Giovanile di Brescia diretta dal M° Marco Fabbri eseguirà la sinfonia in do maggiore per 2 oboi, 2 trombe e archi e la sinfonia in do maggiore per 2 flauti 2 oboi 2 corni e archi di Ferdinando Bertoni e il concerto per clarinetto in la Magg Kv 622 di Mozart (1° clarinetto Fabrizio Alessandrini).