Voce media La Voce del Popolo Radio Voce Voce Media Store Voce Media Pubblicita Voce Sas Voce Media Tv
La radio che vuoi tu Intrattenimento Informazione Chiesa Sport Streaming Podcast

Fotografia padre Giancarlo Paris, superiore del Convento di San Francesco in città


Partner
Meteo Passione

Attualità |  4 February 2019
Il cinema e Dio - dal 7 al 28 febbraio 2019
con il curatore padre Giancarlo Paris presentiamo la IX edizione della rassegna cinematografica in programma al Cinema Nuovo Eden
di -Betty Cattaneo

La proposta nacque nove anni fa, quando le segreterie della Vita consacrata della Diocesi di Brescia, decisero di offrire una riflessione alla cittadinanza, cercando di contattare persone non praticanti ma comunque interessate alla spiritualità in genere e in modo particolare ai cercatori di Dio.

Avviata con la proiezione del bellissimo film UOMINI DI DIO sull’esperienza dei Monaci di Tibhirine (Algeria), beatificati pochi mesi fa da Papa Francesco, la rassegna si è ampliata riscuotendo sempre grande successo e proponendo negli anni successivi capolavori di grandi autori che difficilmente si ha l’occasione di rivedere su grande schermo:
Andreij Tarkovskij; Kristzof Kieslovskij; Gianni Amelio, Robert Bresson; Ingmar Bergman, Ermanno Olmi e anche opere inedite (Il venditore di miracoli di Boleslaw Pawica oppure Dio ha bisogno degli uomini di Jean Dellannoy).

La IX edizione si apre giovedì 7 febbraio con “Voci dal silenzio” di Joshua Wahlen e Alessandro Seidita. L’opera, a partire dalla testimonianza degli stessi eremiti, sviluppa un discorso corale sull’esperienza ascetica. Offre al contempo molteplici spunti di riflessione sulla natura umana, sulle insidie del mondo contemporaneo e sui rapporti che l’anacoreta, e più in generale l’uomo, tesse con il divino.

Mercoledì 13 febbraio è la volta di “Monte”: il cui finale è un’epifania sorprendente, capace di compiere una trasfigurazione. Alla lettera: guardate che cosa riesce a svelare in pochi secondi l’ultima sequenza, anche grazie al contributo di Roberto Cimatti alla fotografia.

“Il silenzio” di Ingmar Bergman è in programma giovedì 21 febbraio: la dimensione che domina nel film è indubbiamente onirica ma in questo contesto Bergman continua a perseguire la ricerca di un se stesso che avverte come sdoppiato.

La rassegna si chiude giovedì 28 febbraio con “Eter” di Krzysztof Zanussi. Fino a dove si può spingere la scienza? Perché l’essere umano ha questa terribile ossessione riguardo il controllo assoluto della realtà? Qual è il confine tra bene e male, tra aspirazioni individuali e visioni collettive? Esiste una vita realmente morale nell’assenza di Dio?

Info. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.nuovoeden.it.

L’ingresso è gratuito le proiezioni iniziano alle 20.45